Sapori di Cagliari, sapori di Sardegna: i primi

Sapori di Cagliari, sapori di Sardegna: i primi piatti

I primi piatti sono sicuramente uno dei punti di forza della cucina sarda, che propone una grande varietà di tipi di pasta, spesso a base di semola di grano duro.

La pasta sarda più conosciuta sono sicuramente i malloreddus (piccoli gnocchetti), spesso conditi con ricchi sughi a base di pomodoro e salsiccia, ma esistono tanti altri deliziosi formati come i filindeu (sottili fili di pasta di semola originari del nuorese, molto utilizzati per le zuppe) o le lorighittas (pasta intrecciata tipica dell'oristanese).

La fregola, o fregula, è una pasta preparata mescolando semola di grano duro e acqua e sfregando l'impasto tra le mani fino ad ottenere delle palline, che vengono poi lasciate asciugare e tostate in forno, assumendo il tipico colore dorato. E' simile per certi versi al cous cous (che è tra i piatti tipici di Carloforte: dove è chiamato cascà), anche se i suoi grani tondeggianti sono generalmente più grossi. La fregola è ottima per preparare minestre o in versione asciutta, condita con sughi diversi, spesso a base di pesce o frutti di mare, oppure con salsiccia: la versione più tipica è la fregola con le arselle (fregula cun cocciula). Può essere cotta come una normale pasta asciutta e poi condita (fregula stufada) ed eventualmente ripassata in forno, oppure può essere preparata in modo simile a un risotto.

Ottima anche la pasta ripiena, come i culurgiones (particolari ravioli tipici di Ogliastra e Barbagia, ripieni di patate, formaggio e menta) e i cruxiones (ravioli ripieni di ricotta di pecora, talvolta arricchita con zafferano, scorza di limone, spinaci o erbe di campo).

Meno tradizionale è l'uso del riso, nonostante la Sardegna abbia un'ottima produzione nella zona di Arborea e sia possibile gustare ottimi risotti ai frutti di mare in tutte le zone costiere.

Di seguito proponiamo alcune ricette per ottimi primi piatti basati su prodotti tipici della cucina sarda.