Mercato di San Benedetto

Per gli amanti della gastronomia genuina, ma anche per chi apprezza le atmosfere veraci e pittoresche, una delle tappe irrinunciabili di una visita a Cagliari è senz'altro il Mercato Comunale di San Benedetto.

Il Mercato Comunale di Cagliari si trova nel quartiere di San Benedetto, al centro del piazzale circondato dalle vie Baccaredda (su cui si affaccia l'ingresso principale), Cocco Ortu, Pacinotti e Tiziano.

L'attuale sede del mercato è stata inaugurata il 1° giugno 1957, in sostituzione del vecchio mercato civico (“Su Mercau Becciu”) che si trovava nel Largo Carlo Felice (quartiere Marina). Dell'antico mercato e delle sue eleganti architetture, demolite quando il comune cedette l'area ad alcune importanti banche che vi edificarono le proprie sedi, restano oggi solo uno dei tre avancorpi dell'edificio principale e alcune parti delle colonne dell'edificio porticato che sono state collocate nella piazza della chiesa della Vergine della Salute (quartiere Poetto).

Nei tre decenni successivi alla sua apertura il Mercato di San Benedetto conobbe il suo periodo d'oro; in seguito subì il peso di alcune carenze dal punto di vista logistico-strutturale e igienico-sanitario e la concorrenza di ipermercati e centri commerciali che dall'inizio degli anni '90 hanno invaso le periferie di Cagliari. Ma nonostante questi problemi i cagliaritani sono sempre rimasti affezionati clienti del proprio mercato e, insieme all'amministrazione comunale e agli operatori, hanno contribuito a far ridiventare il Mercato di San Benedetto uno dei fiori all'occhiello del commercio cittadino.

Gli interni del Mercato di San Benedetto sono stati infatti completamente rinnovati alla fine degli anni '90 (soprattutto quelli del reparto ittico, che temporaneamente fu ospitato in una tensostruttura al di fuori dell'edificio), con la messa a norma di impianti elettrici, idraulici, di fognatura e il ripristino dell'impianto di condizionamento.

Ora il Mercato di San Benedetto si presenta con una superficie di ben 8000 metri quadri, divisi su due livelli, che ospitano ben 238 operatori. Questi numeri fanno del Mercato di San Benedetto il più grande mercato civico coperto d'Europa, ma da soli non bastano a descriverne l'atmosfera vivace e particolare.

Al livello inferiore si trova il mercato ittico, in un certo senso la parte più “famosa” del Mercato di San Benedetto, con la sua sorprendente varietà di pesci, crostacei e frutti di mare di ogni tipo: con un po' di esperienza e spirito di osservazione si possono concludere dei veri e propri affari coniugando il risparmio a freschezza e qualità di prim'ordine; il piano superiore ospita invece i coloratissimi box dell'ortofrutta, quelli delle carni ma anche rivendite di formaggi e salumi, pane e dolci, vini e gastronomia che fanno venire l'acquolina in bocca solo a passarci davanti. Il tutto in un'atmosfera ricca di colori e profumi intensi, animata dai richiami dei venditori e da un continuo e vivace andirivieni di clienti, operatori... e recentemente anche di turisti che vogliono immergersi nell'anima più autentica e genuina della città di Cagliari. Soprattutto il settore del pesce merita infatti la visita armati di videocamera, sia per i prodotti freschissimi e guizzanti che per l'ambiente decisamente pittoresco.

Il Mercato Comunale di San Benedetto è aperto dal lunedì al sabato, dalle ore 7:00 alle ore 14.00, ed è ben collegato a tutti i quartieri di Cagliari dagli autobus del trasporto pubblico urbano (è servito dalle linee 1, 3, 6 e M).