La strada romana da Pinus Village a Chia

Difficoltà: T
Lunghezza: 10 km
Durata: 4 h
Come arrivare: Il punto di partenza dell'escursione è la Cala Bernardini, meglio nota come la spiaggia di Pinus Village (dal nome dell'insediamento turistico presente alle sue spalle). Per arrivarci bisogna imboccare la S.S. 195 in direzione Pula. In prossimità del km 42 si trova verso sinistra una deviazione per Pinus Village; dopo alcuni tornanti che scendono si può parcheggiare l'auto in prossimità dello spiazzo principale del villaggio. Pinus Village si può raggiungere anche con gli autobus dell'Arst, scendendo alla fermata di Capo Blu e seguendo una strada sterrata che attraverso un sottopassaggio supera la statale e conduce fino a la strada asfaltata che finisce a Pinus Village. Una volta raggiunto lo spiazzo principale del villaggio si prosegue lungo la Cal'e mari fino a raggiungere la spiaggia e seguendo le scogliere di granito rosa a destra del piccolo ma incantevole arenile. Tra le rocce si scorge un sentierino che arriva fino alla strada romana.

Le acque trasparenti delle calette vicine al Pinus Village
Scogliere lungo la strada romana da Pinus Village a Chia
Panorama lungo la strada romana da Pinus Village a Chia
Punto panoramico presso la torretta antincendio tra Pinus Village e Chia
Panorama sui monti del Sulcis dalla torretta antincendio tra Pinus Village e Chia
Un tratto della escursione lungo la strada romana da Pinus Village a Chia
Scogliere lungo la strada romana da Pinus Village a Chia
La torre spagnola di Chia
L'isolotto di Su Cardulinu e la torre spagnola di Chia

Un soggiorno nella splendida città di Cagliari può essere anche l'occasione per esplorare i suoi dintorni e la grande varietà di scenari naturalistici che la circondano.

La semplice escursione qui proposta porta a scoprire un tratto incantevole della costa sud-occidentale della Sardegna, situato tra le spiagge di Santa Margherita e i vasti arenili di Chia.

L'itinerario, di circa 5 km di lunghezza (sola andata, deviazioni escluse), segue tra Pinus Village e Chia il percorso dell'antica strada romana, risalente al IV secolo d.c., che collegava gli antichi insediamenti di Nora e Bithia: essa alterna alcuni tratti in cui è ancora visibile l'antico lastricato ad altri a fondo naturale, ed è agevolmente percorribile sia a piedi che in mountain bike (nonostante qualche tratto particolarmente dissestato) o a cavallo. Lungo il percorso i dislivelli, molto modesti, sono dolci e ben distribuiti.

Il punto di partenza dell'escursione è la Cala Bernardini, meglio nota come la spiaggia di Pinus Village (dal nome dell'insediamento turistico presente alle sue spalle). Una volta raggiunta la spiaggia ci si dirige verso le scogliere di granito rosato sulla destra del piccolo ma incantevole arenile. Tra le rocce si individua facilmente un sentierino che conduce verso la strada romana.

Il sentiero procede sulla scogliera, tra i profumi intensi del mare, della macchia mediterranea e della vicina pineta, fortunatamente sopravvissuta allo spaventoso incendio che nel 1998 annerì le verdi colline di Chia. Si costeggiano alcune minuscole calette raggiungibili solo via mare o calandosi dalle rocce e, infine, una spiaggetta più ampia al termine di un canalone sul cui fondo scorre un ruscelletto. Attraversato il canalone, ci si inerpica per un tratto breve e non difficile sulle rocce e si raggiunge la strada romana.

Si prosegue verso sinistra, in un tratto di strada molto panoramico dal quale lo sguardo spazia sulla cala Bernardini e sul lungo arenile di Santa Margherita, fino alle torri costiere di Nora e, nelle giornate più limpide, a Cagliari e alla costa orientale del Golfo degli Angeli.

La strada prosegue con una alternanza di tratti scoperti in cui si può ammirare l'azzurro intenso e la limpidezza del mare sottostante e tratti in cui si procede tra la rigogliosa e profumatissima vegetazione composta di piante tipiche della gariga e della macchia mediterranea (lentisco, cisto, euforbia, erica; meravigliose, in primavera, le brillanti fioriture gialle della ginestra e dell'acacia).

Si distinguono, di tanto in tanto, parti dell'antico percorso lastricato; in altri segmenti del percorso la strada è ormai molto dissestata a causa del ruscellamento dell'acqua piovana che, negli anni successivi all'incendio del '98, scorreva veloce non frenata dalla vegetazione aprendo profondi solchi.

Dopo circa 1 km e mezzo il sentiero curva decisamente sulla destra, allontanandosi momentaneamente dalla costa e inoltrandosi in un vallone. Dopo altri 900 m circa, si incontra una deviazione: il sentiero che sale sulla destra porta, dopo circa 1 km in salita, a uno splendido punto panoramico in prossimità di una torretta di avvistamento antincendio. Da qui è possibile ammirare il panorama sia sul mare, a nord-est verso Santa Margherita, Nora e Cagliari e a sud-ovest verso gli stagni e le meravigliose spiagge di Chia, sia verso l'entroterra selvaggio e incontaminato delle montagne del Sulcis.

Tralasciando la deviazione (o dopo essere tornati indietro) si prosegue sul sentiero principale che si dirige nuovamente verso la costa, offrendo ancora una serie di spettacolari scorci sul mare e sulle scogliere. Si costeggiano alcune incantevoli calette e, dopo circa 1,8 km dalla deviazione, si arriva all'isolotto di Su Cardulinu, su cui sorgeva l'antica città fenicio-punica di Bithia; alcuni dei reperti ivi rinvenuti sono esposti presso il Museo Archelogico di Domus de Maria.

Ancora qualche centinaio di metri e si giunge infine alla prima delle spiagge di Chia, chiamata Il Porticciolo. Il candido arenile semicircolare, raggiungibile guadando il rio che vi sfocia, è incorniciato da belle scogliere granitiche e sovrastato dal promontorio su cui sorge una grande torre spagnola risalente al XVI secolo.

Dopo una doverosa sosta per ammirare questi magnifici scenari e, se la stagione lo consente, per concedersi un tuffo ristoratore, il ritorno al punto di partenza avviene seguendo a ritroso il percorso della strada romana fino al Pinus Village. In alternativa è possibile raggiungere il centro abitato di Chia (circa 1,5 km dalla spiaggia del Porticciolo) e prendere un autobus per ritornare a Pinus Village o direttamente a Cagliari (è consigliabile però informarsi preventivamente sugli orari, perchè le corse non sono molto frequenti).

Mangiare - dormire