Malloreddus alla campidanese

Malloreddus alla campidanese
Zafferano
Malloreddus alla campidanese

Ingredienti (per quattro persone)

400 g di malloreddus
100 g di cipolla
800 g di pomodori pelati
200 g di salsiccia fresca (preferibilmente quella aromatizzata con pepe e anice, detta in sardo matafalua)
peperoncino secco (se gradito)
1 bustina di zafferano
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale
pecorino sardo 

Preparazione

I malloreddus alla campidanese sono un piatto gustosissimo tipico della cucina sarda in cui il tradizionale formato di pasta è condito con un particolare ragù di salsiccia arricchito dall'aroma dello zafferano.

Innanzitutto, sbucciare e tritare finemente la cipolla. Tagliare un terzo della salsiccia e rimuovere la pelle, liberandone il contenuto; tagliare a tocchetti il resto della salsiccia.

Scaldare in un tegame l'olio extravergine di oliva e farvi rosolare a fuoco vivo la cipolla e la salsiccia, eventualmente insieme a del peperoncino secco.

Una volta che la salsiccia sarà ben rosolata aggiungere i pomodori pelati precedentemente passati con il passaverdure e un pizzico di sale, quindi coprire il tegame e proseguire la cottura a fuoco basso per un'ora circa. Circa 15 minuti prima del termine della cottura, aggiustare di sale (se necessario) e aggiungere una bustina di zafferano.

Portare ad ebollizione una pentola d'acqua, salare e cuocervi al dente i malloreddus, che andranno poi conditi col sugo alla salsiccia. Servire i malloreddus alla campidanese ben caldi, con una abbondante spolverata di pecorino sardo grattugiato.

Malloreddus alla campidanese

portata: 
Primo